geoturismo viaggi natura geologia Geoturismo viaggi trekking  natura
viaggi scuole libri geoturismo
geoturismo viaggi attivita geoturismo scuole musei e itinerari
Geoturismo escursioni e viaggi itinerari tematici
Il vulcano attivo più grande d'europa: l'Etna


STRADE:
Come raggiungere la zona: La zona può essere raggiunta in provenendo da diverse località

Da Messina
Utilizzando l'autostrada Messina-Catania ( consigliata ): uscita di Acireale, proseguendo per Lavinaio, Monterosso, Trecastagni, Pedara fino a Nicolosi; da qui si prosegue per la Provinciale dell'Etna n░92 fino a quota 1900 metri ( Km 104 ). Oppure uscita svincolo casello di Giarre proseguendo per la Provinciale 4.1 e 4.11 attraversando i paesi di S. Venerina, Pisano, Fleri, Trecastagni, Pedara fino a Nicolosi. Da Messina - Via strada nazionale 114 per Giarre : Da Giarre proseguire come sopra.

Da Taormina
Con l'autostrada Messina-Catania ( consigliata ): uscita svincolo casello di Acireale, proseguendo per Lavinaio, Monterosso, Trecastagni, Pedara fino a Nicolosi; da qui si prosegue per la Provinciale dell'Etna n░92 fino a quota 1900 metri ( Km 104 ). Oppure uscita svincolo casello di Giarre proseguendo per la Provinciale 4.1 e 4.11 attraversando i paesi di S. Venerina, Pisano, Fleri, Trecastagni, Pedara fino a Nicolosi.

Da Catania
Dalla strada provinciale n░10 : dalla Barriera del Bosco di Catania per Gravina, Mascalucia, Nicolosi; da qui si prosegue per la Provinciale dell'Etna n░92 fino a quota 1900 metri ( Km 29 ).
Da Siracusa - Ragusa - Gela :
per le rispettive strade a scorrimento veloce sino a Catania, da qui per la provinciale n░10, dalla Barriera del Bosco di Catania per Gravina, Mascalucia, Nicolosi; da qui si prosegue per la Provinciale dell'Etna n░92 fino a quota 1900 metri.

Da Palermo-Cefal¨
Raggiungere Catania attraverso l'autostrada Palermo-Catania e proseguire poi per l'Etna come sopra.


LUOGO:
Il luogo è assolutamente particolare poichè è visitando i vulcani attivi che si riesce a prendere atto delle incredibili forze che agiscono all'interno del nostro pianeta. Il paesaggio è in continua evoluzione ed è caratterizzato da versanti e forme modellata nella giovanissima roccia basaltica. Si può osservare una ampia gamma di "prodotti" eruttivi: ceneri, lapilli, colate laviche "a corde", "bombe", scorie, ialoclastiti. Sono inoltre presenti bellissimi esempi di morfologie vulcaniche tra queste i tunnel di lava.
Se poi la visita avviene durante una eruzione allora non sarà più soltanto un viaggio ma una vera e propria esperienza emozionante.

La salita permette di osservare le diverse fasce vegetazionali: dai meravigliosi agrumeti, ai vigneti per passare agli alberi da frutta, ai boschi di castagni, di faggi, di pini, sino alle zone pi¨ alte, quasi desertiche coperte da lava ed alcuni cespugli di ginepri e di astragali. Si arriva fino alla cima alta 3269 metri costituita da un cono che si innalza da un antico cratere posto all'altezza di 2900 metri. Nella zona circostante cono presenti oltre 400 crateri più piccoli.

Nella zona sono presenti strade, sentieri, rifugi, alberghi, una funivia che possono essere utilizzate durante le escursioni. In particolare, intorno al vulcano sono presenti una ferrovia e diverse strade strada che collegano paesi e cittadine di grande interesse storico, soprattutto medioevali e barocche. Tra queste Acireale, Bronte, Randazzo, Linguaglossa, Giarre, Misterbianco, Patern˛, Biancavilla, Adrano.


SicurezzaRete
scrivici