geoturismo viaggi natura geologia Geoturismo viaggi trekking  natura
viaggi scuole libri geoturismo
geoturismo viaggi attivita geoturismo scuole musei e itinerari
Geoturismo escursioni e viaggi itinerari tematici
La vena del Gesso

Come raggiungere la zona:
In auto:
percorrere l'autostrada uscendo al casello autostradale di IMOLA, autostrada A14 - BOLOGNA-TARANTO percorrere poi la valle del Santerno, seguendo la Statale 610 Selice-Montanara oppure utilizzando la Statale 302 Ravenna - Faenza - Brisighella

In treno:
E' possibile raggiungere la valle utilizzando la stazione ferroviaria di Brisighella.



LUOGO

La storia geologica di questa formazione e' riconducibile a circa 6 milioni di anni fa quando i movimenti tettonici hanno portato alla chiusura dello stretto di Gibilterra; l'acqua del Mediterraneo, privato dell'apporto dell'Atlantico, evaporò depositando, strati di gesso e marne. La successiva formazione degli Appennnini ha sollevato questi strati fino a farli emergere.

Da vedere

Il gesso che forma la bancate e' in alcuni casi cristallizzato sotto forma di grossi cristalli trasparenti, chiamati "selenite" per il suo colore ed i suoi riflessi "lunari".
La solubilita' del gesso ha permesso la formazione, entro la Vena del Gesso, di un complesso di grotte, di gallerie e di pozzi carsici.

L'area presenta aspetti molto interessanti ed originali anche dal punto di vista botanico e naturalistico con vegetazioni diverse nei due versanti.

 

 


SicurezzaRete
scrivici